Articoli recenti

Nasce il laboratorio Cybilla

Il laboratorio Cybilla si pone l’obiettivo di ragionare collettivamente sulle espressioni violente della cultura patriarcale che agisce in ogni contesto, a partire dai luoghi di formazione, in cui vengono proposti limitati immaginari a cui attenersi, per arrivare ai luoghi del lavoro salariato dove lo sfruttamento dei corpi si esplicita.

Read More »
  • Obscene Talk – La Camera Di Valentina ep. 4

    Parliamo con Gea Di Bella, de La Camera Di Valentina, di come viene narrata la nudità - "Oggi che il corpo può essere raccontato anche per includere narrazioni differenti, corpi grassi, corpi disabili, corpi con colore della pelle diversa, sorgono i più grandi problemi che ai tempi più remoti non si ponevano e questa è una contraddizione che resta e che probabilmente verrà risolta nel momento in cui cambierà il dialogo riguardo la pornografia: cosa viene considerato pornografico e osceno e cosa no, cosa nel limite del porno è sbagliato e cosa no e quindi anche la rivalutazione dei corpi al di là della pubblicità. "

    Read More »
  • Obscene Talk – La Camera Di Valentina ep. 3

  • Obscene Talk – La Camera Di Valentina ep. 2

  • Kurdistan: la Turchia continua a spargere sangue

    Il governo turco scaglia l'ennesima offensiva sulle regioni del Kurdistan iracheno. Nella mattina dello scorso 15 giugno, 60 aerei da guerra hanno bombardato 81 località, comprese zone abitate da civili, a Makhmour, Sinjar, Qandil, Zap e Xakurk.

    Read More »
  • ALTRO CHE MELE MARCE, QUI C’È UN ALBERO DA SRADICARE

    E' sbagliato parlare di mele marce. La realtà è che il problema è sistemico, l’esistenza stessa di corpi di polizia di ogni sorta è incompatibile con una società giusta e libera dalle relazioni di dominio. In questo quadro si inserisce anche il sistema giudiziario, la cui funzione è da un lato la repressione di chi si oppone allo status quo e la tutela di chi dirige lo Stato – industrie e multinazionali- e di chi ne garantisce gli interessi -funzionari politici e forze dell’ordine- dall’altro. A noi non interessa vedere poliziotti in tribunale e non ci interessa vederli in carcere, sappiamo quale sia la funzione di quei luoghi e vorremmo vederli distrutti. Il problema è molto più ampio e va risolto alla radice, rivoluzionando la società e le sue relazioni di dominio patriarcale, razzista e colonialista sulla vita, distruggendo le gabbie e contrattaccando l’oppressione capitalista e le sue diramazioni.

    Read More »
  • 2001-2020 – CARLO VIVE, I MORTI SIETE VOI!

  • L’antifascismo non si processa. Lettere di Brescia e Dibi alle porte della cassazione per Piacenza 2018

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi