Home / Piazza Studio / SPLIT OVUNQUE NON SI FERMA!

SPLIT OVUNQUE NON SI FERMA!

Oggi abbiamo impresso sui muri della zona universitaria estratti delle nostre testimonianze sul disagio abitativo, della vita che siamo costrette a fare, in un’ univer-cittá dove solo sopravvivere diventa sempre più difficile.

Queste sono alcune delle motivazioni che ci muovono, quello che vogliamo è una vita bella per tuttx! E siamo pronte a prenderci tutto quello che ci manca e quello che non c’è mai stato!

“Sono costretta a riversare tutta la mia borsa di studio a student hotel per pagarmi l’affitto di una doppia lì, perché non ho trovato altro””Abito in provincia di Bologna e vorrei emanciparmi da casa dei miei, ma gli affitti sono troppo alti”
“Lavoravo con una cooperativa per l’università per attutire le spese per vivere a Bologna, ma mi hanno licenziato con un SMS”
“Faccio le 150 ore per fare due soldi e pagare un po’ di affitto, ma sono preoccupato perché l’università non mi dà tutele e mi fanno fare lavori di manovalanza che non erano previsti” “Trovare casa per me è un’ impresa perché sono straniero e i proprietari mi scartano senza nemmeno guardarmi”


“Vivo in una casa con altre sette persone e un solo bagno”
“Gli infissi di casa mia sono così vecchi che in inverno vado a dormire a casa della mia ragazza perché da me fa troppo freddo” “Dormo da sei mesi sul divano di casa di miei amici” “La mia stanza l’ho ricavata da uno sgabuzzino, che condivido con una lavatrice e una caldaia sopra la testa” “Per accedere al corso di laurea magistrale abbiamo dovuto svolgere un test e ci siamo potute dedicare alla ricerca di una casa soltanto dopo averlo superato cioè a settembre inoltrato, quando la maggior parte degli appartamenti era già stata affittata”
“Abbiamo consultato più di trenta agenzie, siti internet e gruppi Facebook ma non abbiamo trovato nulla: quei pochi appartamenti disponibili erano decisamente troppo costosi ( ci hanno chiesto, ad esempio, 400 euro a persona per una tripla!)”
“Provenendo dalla Sicilia, non possiamo raggiungere Bologna con frequenza e alcuni proprietari e alcune agenzie ci hanno negato la possibilità di bloccare degli appartamenti perché ritenevano necessaria la nostra presenza sul luogo”
“Ad oggi non abbiamo ancora trovato casa, stiamo perdendo interamente il primo semestre di lezioni e rischiamo di perdere anche il secondo”

Vogliamo fare emergere le responsabilità di UNIBO ed Er.go e vogliamo riscatto, per questo pretendiamo:

Alloggi per gli idonei non assegnatari degli studentati

Università garante degli affitti concordati

Condono di more su tutti i ritardi

Recupero di spazi vuoti da confertire in case per student

Stop ai ricatti di merito e temporali

Leggi anche:

LA NOSTRA BATTAGLIA PER UNA VITA BELLA È APPENA INIZIATA!

A quasi un mese dall’occupazione di via Oberdan e pochi giorni dal suo sgombero, crediamo …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi