PANDEMIA, TRA ECOLOGIA E TRANSFEMMINISMI

Caricamento Eventi

« Tutti gli Eventi

  • Questo evento è passato.

PANDEMIA, TRA ECOLOGIA E TRANSFEMMINISMI

11 Giugno @ 4:00 pm - 11:30 pm

 

Pandemia, tra ecologia e transfemminismi
Una discussione a partire dal libro Dialoghi sulla pandemia – crisi, riproduzione, lotte

Nel contesto del festival della zona universitaria bolognese Timelapse cogliamo l’occasione di presentare il libro “Dialoghi sulla pandemia – Crisi, riproduzione, lotte”. Un testo a cura di Ecologia Politica Network, una rete di soggettività, realtà ed esperienze di lotta che nasce dalla necessità di cogliere e approfondire le contraddizioni del presente dotandosi delle lenti della critica dell’ecologia politica, uno sguardo, questo, imprescindibile, in particolare nel leggere la pandemia come uno dei sintomi della crisi ecologica globale. Questo volume raccoglie, infatti, i testi di alcuni dei seminari on-line che sono stati organizzati durante il lockdown generale a partire dal marzo 2020, fino a comprendere interventi e riflessioni sviluppatisi durante il corso di tutto l’anno in diverse occasioni di confronto e lotta.

La pandemia è giunta dopo anni di progressiva precarizzazione e di smantellamento delle reti di protezione sociale. Abbiamo sentito la necessità, perciò, di confrontarci su quello che stava accadendo, su chi pagava maggiormente le conseguenze della crisi, sui mutamenti del sistema. Riteniamo che quella attuale sia infatti una crisi dei meccanismi di riproduzione sociale che si muove su linee diverse rispetto al passato, apre campi di lotta, ma acuisce anche gli aspetti più difficili della vita quotidiana. La nostra discussione si è articolata intorno al problema delle nuove interconnessioni tra teoria e prassi, mentre ci ponevamo il problema di analizzare e definire il momento storico in cui vivevamo, una fase di grande cambiamento, vissuta, però, dall’interno delle nostre case. Abbiamo quindi pensato di partire nella nostra riflessione, dalla sofferenza strutturale prodotta dalla violenza capitalista, dalle modalità con cui determina i rapporti fondamentali per la riproduzione del sistema e dalla nostra capacità di identificarne i meccanismi.

La crisi pandemica non è stata casuale, è il frutto di un rapporto di prevaricazione continua nei confronti del pianeta. Gli strumenti dell’ecologia politica sono stati proprio ciò di cui, come rete, ci siamo volutə dotare per analizzare meglio questo processo e capire come confrontarci con il presente. Dividere emergenza climatica-ambientale e pandemia non solo non è fruttuoso, ma è anche errato, poiché esse hanno la stessa origine e sono strettamente legate tra loro, così tanto da essere l’una interna all’altra. Pensiamo sia essenziale discutere di tutto ciò, anche perché la retorica della colpevolizzazione del singolo è sempre stata una grande arma del sistema neoliberista, che viene prontamente sfoderata per sopperire alle sue inefficienze, scaricando tutta la responsabilità sugli individui. Attorno al disastro pandemico è stata costruita un’unica grande narrazione mirante alla responsabilizzazione degli individui e focalizzata su questioni – dalla raccolta differenziata, passando per la povertà, i disagi psichici, fino agli spritz in strada – volta a occultarne le vere cause, sistemiche e strutturali. Ciò che abbiamo, perciò, voluto creare è il tentativo di una voce fuori dal coro, che sapesse guardare e leggere la crisi pandemica per ciò che è: l’ennesimo campanello d’allarme, nonchè un precedente di ciò che il mondo dovrà continuare ad affrontare, ma anche un momento decisivo per tuttə di ricostruzione, non solo di un discorso diverso, ma anche di un mondo diverso.

A partire dalla base di discussione che il libro ci fornisce intendiamo, in questo incontro, approfondire quali, da un punto di vista transfemminista, possono essere sguardi e analisi che guardino al sistema di dominio, patriarcale e coloniale in senso critico e quali spazi e possibilità di liberazione reale del vivente possiamo e dobbiamo ricostruire per decolonizzare corpi e territori, guardando alla contaminazione delle lotte come ad una chiave che possa aprire le porte del mondo nuovo.

Con emozione e orgoglio, riappropriandoci degli spazi universitari di Via Filippo Re presentiamo questo elaborato, cogliendo questo momento e questo libro, come ulteriore occasione di confronto e approfondimento per riportare al centro del dibattito universitario – e non solo – le tematiche dell’ecologia, del transfemminismo, della decolonizzazione, della cura collettiva e della salute.

Ne discutiamo con
Ecologia Politica Milano
Alice dal Gobbo
Salvo Torre
Michael Tortorella
Andrea Ghelfi
(Lista ospiti in aggiornamento)

Dettagli

Data:
11 Giugno
Ora:
4:00 pm - 11:30 pm
Categorie Evento:
,
Tag Evento:
, , , , , , , ,

Luogo

Filippo re
Via Filippo Re, 40126
Bologna, BO 40126 Italia
+ Google Maps

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi