• Tenendo il punto, un anno dopo.

    E' ormai trascorso un anno da quando, nella culla del poi tanto disprezzato 2020, iniziò a farsi spazio con prepotenza il termine che di lì a poco avrebbe condizionato egemonicamente le nostre vite, almeno fino ad oggi. Una definizione che per molti prima di allora era relegata alla più totale astrattezza semantica, costituendo o il sottoparagrafo di qualche capitolo nel manuale di storia del liceo, o un pericolo avvertito come estraneo e distante dalla narrazione post-coloniale dei media europei, o il possibile impianto scenico per un racconto distopico firmato Philip Dick. Ma la frenetica successione degli eventi di gennaio/febbraio ha reso "pandemia" la parola-chiave per decifrare qualsiasi frammento di questo presente.

    Read More »

Articoli recenti

Aborto e libertà individuali

Dalla Polonia all’Italia, la strada da percorrere è ancora lunga Le manifestazioni polacche delle scorse settimane hanno riportato al centro del dibattito pubblico il diritto all’aborto e sono state capaci di leggere la strutturalità di questo attacco, andando a individuare ancora una volta come nemico i governi conservatori tutti e il …

Read More »

PRIORITA’ O STRUMENTALIZZAZIONE?

Non è con la chiusura di strade e piazze che si contrasta la diffusione di Covid-19, ma anzi, a fronte di questa crisi pandemica, diviene ancora più necessaria l'apertura di ulteriori spazi in cui potersi ritrovare salvaguardandosi!

Read More »

LA GUERRA PER GLI SPAZI È APPENA INIZIATA!

Come avevamo promesso l’1 ottobre oggi siamo tornat_ in Bolognina per puntare nuovamente il dito contro un modello di città e di università inaccessibile ed escludente. Abbiamo dimostrato con tutta la determinazione, la rabbia e la forza di chi ha voglia di essere protagonista dei cambiamenti della propria città che …

Read More »
  • Sami è stato scarcerato, ma restano ancora dure restrizioni!

    Sami, attivista e uno dei fondatori del collettivo Youth of Sumud, che da anni lotta per l'autodeterminazione del popolo palestinese, è stato scarcerato, nonostante restino forti restrizioni alla sua libertà. L'attivista era stato arrestato negli scorsi giorni con l'accusa di aver organizzato un corteo dopo il ferimento di un ragazzo palestinese da parte di una soldatessa israeliana.

    Read More »

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi